Analisi e copertura dei fabbisogni finanziari (2012/2013)

Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)

Codice insegnamento
4S00409
Docenti
Lorenzo Faccincani, Michele Rutigliano
Coordinatore
Lorenzo Faccincani
crediti
6
Settore disciplinare
SECS-P/11 - ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VICENZA
Periodo
secondo semestre dal 18-feb-2013 al 24-mag-2013.

Orario lezioni

Obiettivi formativi

Il corso si pone l’obiettivo di analizzare i principi operativi della finanza aziendale, approfondendo i criteri sottostanti le decisioni di capital budgeting, le variabili rilevanti nelle scelte di capital structure e gli strumenti di finanziamento a breve e medio-lungo termine a cui possono far ricorso le imprese industriali per fornire copertura ai fabbisogni finanziari.

Programma

- I principi della finanza aziendale: concetti introduttivi.
- La valutazione degli investimenti aziendali. La determinazione dei flussi di cassa rilevanti e del costo del capitale nel criterio del net present value.
- Le decisioni di struttura finanziaria. I benefici e i costi del ricorso al debito.
- Le forme tecniche di finanziamento a medio lungo termine: il mutuo e il leasing finanziario.
- Le forme tecniche di finanziamento a breve termine: l’apertura di credito in conto corrente, lo sconto cambiario, gli anticipi salvo buon fine su fatture e ricevute bancarie e l’anticipazione garantita.
- Il factoring: caratteristiche tecniche dello strumento.
- I crediti di firma e gli strumenti d’indebitamento a breve da parte delle imprese: le accettazioni bancarie, le polizze di credito commerciale e le cambiali finanziarie.
- Gli strumenti di pagamento nel commercio internazionale.

LIBRI DI TESTO
- Dallocchio M., Salvi A., Finanza aziendale 1, Egea, 2011, relativamente ai capitoli 1, 8, 9, 10, 13, 16, 17, 18, 19, 20 e 21.
- Seconda parte del volume Create edito da McGraw-Hill utilizzato nel corso di "Economia degli Intermediari Finanziari - a.a. 2012-13".

NOTA BENE: A causa della presenza di sovrapposizioni tra i programmi dei singoli esami gli studenti del CdL in “Economia aziendale” non potranno inserire nel Piano di studi come attività formativa a scelta l’esame di “Finanza aziendale” impartito nel CdL in “Economia e commercio”
e gli studenti del CdL in “Economia e commercio” non potranno inserire nel Piano di studi come attività formativa a scelta gli esami di “Analisi e copertura dei fabbisogni finanziari” e “Economia degli intermediari finanziari” impartiti nel CdL in “Economia aziendale”

Modalità d'esame

Prova scritta con 3 quesiti (domande teoriche e/o esercizi). La durata della prova è variabile da un minimo di un’ora e mezza a un massimo di due ore.