Economia delle aziende pubbliche e non profit (2013/2014)

Codice insegnamento
4S01519
Docenti
Angela Broglia, Giorgio Mion
Coordinatore
Angela Broglia
crediti
9
Settore disciplinare
SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
secondo semestre dal 17-feb-2014 al 30-mag-2014.

Orario lezioni

secondo semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 9.20 - 11.00 lezione Aula Menegazzi  
giovedì 10.10 - 12.40 lezione Aula Menegazzi, C  

Obiettivi formativi

L’insegnamento, richiamando i concetti fondanti dell’Economia aziendale, è diretto a fornire le nozioni, le categorie logiche e gli strumenti applicativi necessari alla conoscenza ed alla comprensione dei fenomeni aziendali ascrivibili alla pubblica amministrazione ed alle organizzazioni non profit.
Pur nella varietà delle aziende facenti parte del settore pubblico e non profit e delle loro conseguenti peculiarità, l’insegnamento intende focalizzare l’attenzione sulle caratteristiche comuni che connotano il loro dinamico svolgersi.
A tal fine, l’insegnamento vuole fornire agli studenti gli strumenti cognitivi per conoscere e comprendere gli assetti istituzionali e di governance, i modelli contabili, i sistemi di controllo ed i processi di rendicontazione e di comunicazione, tanto per le aziende pubbliche quanto per quelle non profit.
Pertanto, le modalità didattiche adottate consistono in lezioni frontali per quanto attiene alla trasmissione delle nozioni basilari, delle categorie-chiave e degli strumenti applicativi fondamentali; potranno essere, inoltre, proposte modalità didattiche attive.

Programma

Il programma, in sintesi, è il seguente:

1. Introduzione all’economia delle aziende pubbliche e non profit
2. Gli aspetti peculiari nella gestione delle aziende pubbliche e non profit
3. Strategia e governance nelle aziende pubbliche: la crisi del modello burocratico e i processi di cambiamento
4. Il terzo settore: evoluzione, modelli istituzionali e governance
5. Il sistema contabile e di bilancio nelle aziende pubbliche e non profit
6. I processi di controllo nelle aziende pubbliche
7. L’accountability verso gli stakeholder nelle aziende pubbliche e non profit

Il contenuto dei libri di testo, nonché delle lezioni tenute in aula è aderente al programma. Ulteriore materiale didattico – necessario per la preparazione dell’esame – sarà disponibile sulla piattaforma e-learning dell’insegnamento, a cui lo studente può iscriversi mediante la password fornita dal docente.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Hinna Luciano - Meneguzzo Marco - Mussari Riccardo - Decastri Maurizio Economia delle aziende pubbliche McGraw Hill 2006 9788838673832 esclusi §§ 1.4, 1.6,1.7; §§ 3.5, 3.6, 3.7 e 3.8; § 4.3
Propersi Adriano Gestione e bilanci degli enti non profit Franco Angeli 2012 9788856847741 Eccetto il capitolo 12
Borgonovi Elio Principi e sistemi aziendali per le amministrazioni pubbliche (Edizione 5) Egea 2005 978823820596 limitatamente ai capitoli 3 e 4

Modalità d'esame

Le modalità di accertamento dell’apprendimento prevedono una prova scritta che può eventualmente essere seguita ed integrata da una prova orale.
Nella prova scritta sono proposti vari quesiti sui diversi argomenti del programma, potendo consistere in domande aperte, domande a risposta multipla, applicazioni metodologiche e determinazioni quantitative.
La prova scritta è tesa ad accertare che lo studente:
- abbia una salda conoscenza dei tratti distintivi che connotano le aziende pubbliche e non profit, nonché degli aspetti salienti della loro dinamica gestionale;
- sappia sviluppare il tema proposto, esponendolo con un linguaggio corretto ed argomentandolo con coerenza e senso critico;
- sia in grado di applicare gli schemi logici traendone indicazioni utili all'interpretazione dei fatti aziendali.
Ogni quesito ha un punteggio esplicitato nel testo della prova scritta; la somma dei punteggi è pari a 30.
La prova orale è facoltativa, su richiesta dello studente che abbia riportato nella prova scritta una valutazione almeno pari a 25/30esimi. Tale prova consiste in un colloquio teso ad accertare anche la capacità comunicativa dello studente; a tal fine si tiene conto soprattutto della:
- profondità ed estensione delle nozione apprese;
- proprietà di linguaggio nell'esposizione dei concetti e delle nozioni;
- capacità di collegare in forma sistemica le conoscenze acquisite.