Economia e gestione delle imprese (2018/2019)

Codice insegnamento
4S00124
Docenti
Federico Brunetti, Paola Castellani
Coordinatore
Federico Brunetti
crediti
9
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
secondo semestre lauree triennali dal 18-feb-2019 al 31-mag-2019.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di introdurre gli studenti ai temi del governo delle imprese e dei processi decisionali a supporto delle scelte aziendali per la competitività, in una prospettiva di relazioni armoniche con il contesto esterno. Peculiare della materia è la prospettiva ampia in grado, da un lato, di collocare l’impresa nel più vasto contesto ambientale e, dall’altro, di fornire un inquadramento ai successivi approfondimenti specialistici. In particolare, esso intende dotare gli studenti delle basi concettuali fondamentali dell’impresa e del management, dei principali profili di gestione nonché dei criteri e delle logiche decisionali di riferimento, non solo in chiave conoscitiva, ma anche in relazione allo sviluppo delle connesse capacità applicative. Al termine delle lezioni, lo studente sarà in grado di possedere i concetti chiave per l'interpretazione del comportamento dell’impresa, comprendere le logiche e gli strumenti fondamentali del suo funzionamento e individuare idonei percorsi di azione sia a livello di funzione aziendale che soprattutto di impresa nel suo complesso.

Programma

- L’impresa e la sua identità: cos’è l'impresa, finalità, funzioni, visione, missione, valori, strategia, legittimazione ad esistere, responsabilità sociale, il profitto e il rischio, orizzonte di vita tra breve e lungo termine
Il ciclo vitale dell’impresa: come nasce, come funziona, come vive, com’è competitiva, come muore, come prolunga la sua vita con il passaggio generazionale

- Il contesto ambientale: complessità, dinamismo, soggettività, stakeholder, relazioni produttive e di mercato, delocalizzazione e radicamento, rapporti con la comunità, globalizzazione, comportamento del consumatore
Le persone e l’organizzazione: imprenditore e imprenditorialità, manager e managerialità, leader e leadership, corporate governance, benessere organizzativo, attrattività dei talenti, clima aziendale, processi decisionali, razionalità, non razionalità, irrazionalità e meta razionalità.

- Creatività e innovazione: concetti e modelli per la creatività e innovazione, la ricerca delle soluzioni creative, la creatività delle persone e dell’organizzazione, innovazione e obsolescenza.
Le scelte strategiche e l’approccio al mercato: strategie complessive e strategie competitive, scelta tra piccolo e grande, tra controllo familiare e quotazione, l’analisi prodotto-mercato, il ciclo di vita del prodotto e del settore, diversificazione, barriere, scelte competitive.

- Le tecniche e le tecnologie: i calcoli di convenienza economica, il business plan, la capacità produttiva, la produttività, l’economicità, efficienza ed efficacia, innovazione tecnologica nelle macchine e nelle comunicazione.
L’impianto e i processi di produzione: produzione, capacità produttiva, scelte di dimensionamento, tipologie di processo produttivo, integrazione e decentramento, economia di scala, di sfruttamento e di scopo, automazione flessibile.

- L’impresa di domani: scenari e previsioni, mutamenti del contesto ambientale, il senso etico del bene comune, le frontiere dell’imprenditore, l’emergere dell’impresa armonica.

Modalità di svolgimento delle lezioni
Le lezioni prevedono il ricorso a forme di didattica attiva con la partecipazione di studiosi, imprenditori ed esperti in qualità di testimoni privilegiati.

PROGRAMMA D'ESAME

STUDENTI FREQUENTANTI
--> per la parte generale:
1. appunti delle lezioni e materiale distribuito tramite piattaforma e-learning
2. Claudio Baccarani, Federico Brunetti, Elena Giaretta (a cura di), Impresa e management tra competitività e progresso, seconda edizione, Giappichelli, Torino, 2015
--> per la parte monografica:
Federico Brunetti, Pervasività d'impresa e relazioni di mercato: quale futuro?, Giappichelli, Torino, 2004.

STUDENTI NON FREQUENTANTI

--> per la parte generale:
1. Claudio Baccarani, Federico Brunetti, Elena Giaretta (a cura di), Impresa e management tra competitività e progresso, seconda edizione, Giappichelli, Torino, 2015

--> ulteriore materiale di studio (scaricabile dalla piattaforma di e-learning del corso):
1. The Good Company – HBR
2. Beyond CSR: Integrated External Engagement – McKinsey
3. Meaning Quotient of Work – McKinsey
4. Decisioni intuitive - G. Gigerenzer
5. Driving growth with business model innovation – BCG

--> per la parte monografica:
Federico Brunetti, Pervasività d'impresa e relazioni di mercato: quale futuro?, Giappichelli, Torino, 2004

Il contenuto dei libri di testo e delle lezioni è aderente al programma. Ulteriore materiale didattico verrà fornito in aula ed inserito sul web e utilizzato durante le lezioni. Sulla piattaforma di e-learning sono disponibili alcuni testi della parte scritta dell'esame.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
C. Baccarani, F. Brunetti, E. Giaretta Impresa e management tra competitività e progresso (Edizione 2) G. Giappichelli 2015

Modalità d'esame

A motivo dell’unitarietà della materia, non è previsto lo svolgimento della prova intermedia. L’esame verrà svolto mediante una prova scritta, integrata da un colloquio obbligatorio successivo al superamento della prova scritta.
In particolare, la prova scritta è tesa a valutare le conoscenze di base ed è strutturata con domande aperte a cui rispondere in uno spazio dedicato. Uno dei quesiti comprende la risoluzione di un esercizio relativo ai calcoli di convenienza economica. Per superare la prova scritta e accedere alla prova orale occorre totalizzare 18/30. La prova orale è volta ad accertare la capacità di analisi critica del candidato, oltre che a verificare l'approfondimento dei singoli argomenti e la capacità di collegare in modo sistematico le conoscenze.
I criteri di valutazione sono i seguenti:
- visione generale della disciplina,
- padronanza del linguaggio,
- approfondimento dei singoli argomenti,
- capacità di collegare gli argomenti (elasticità mentale),
- capacità di applicare i concetti alla realtà.
La valutazione finale è espressa in 30esimi e tiene conto di tutte le prove predisposte per l’accertamento dell’apprendimento.

Si consiglia agli studenti di affrontare l’esame di Economia e Gestione delle Imprese dopo aver acquisito le competenze specifiche dell’insegnamento di Economia Aziendale.


Opinione studenti frequentanti - 2017/2018