Corporate governance (2018/2019)

Codice insegnamento
4S004151
Docenti
Alessandro Lai, Silvano Corbella
Coordinatore
Alessandro Lai
crediti
9
Settore disciplinare
SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
primo semestre lauree magistrali dal 1-ott-2018 al 21-dic-2018.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

ll corso si propone di offrire strumenti e categorie concettuali utili per comprendere come le imprese vengono governate, chi esercita le prerogative proprie del controllo economico delle stesse e quali logiche presidiano il riparto dei risultati della loro attività, nel contesto dei sistemi economici contemporanei.
I sistemi di governance vengono investigati avuto riguardo tanto alle regole che stanno alla base della struttura e del funzionamento delle realtà aziendali, quanto all’insieme di processi volti ad indirizzarne l’attività e a controllarne la direzione di marcia, con l’obiettivo di salvaguardare e di incrementare, nel tempo, il valore per gli azionisti e per gli stakeholder tutti. Il corso propone una stretta integrazione tra l’apprendimento delle basi metodologiche necessarie per la comprensione delle problematiche di governo e la capacità di interpretare concrete situazioni che sono presentate sotto forma di casi aziendali.
Al termine del processo di apprendimento dell’insegnamento e in aderenza agli obiettivi formativi del corso, che propongono un'integrazione tra l'apprendimento delle basi metodologiche e l’interpretazione di concrete situazioni aziendali, lo studente dovrà dimostrare tanto di conoscere e comprendere le tipologie aziendali operanti nel mercato, la disciplina che afferisce alla corporate governance e i processi che ne sono alla base, quanto di interpretare, commentare criticamente e risolvere, attraverso lo studio dei casi aziendali presentati durante il corso, casi-problemi applicati alla corporate governance.

Programma

Parte Prima – Le imprese e i loro assetti istituzionali

1. Il sistema di impresa: i fondamenti per la comprensione delle imprese nei moderni contesti economico-sociali
1.1. Le dimensioni del sistema di impresa e le loro correlazioni
1.2. L’assetto organizzativo e i suoi componenti
1.3. L’assetto istituzionale delle imprese

2. L’assetto istituzionali di differenti tipologie di impresa operanti nel sistema sociale
2.1. Imprese “capitalistiche” di tipo individuale e societario
2.2. Imprese cooperative
2.3. Imprese pubbliche
2.4. La collaborazione tra imprese
2.5. I gruppi di imprese – i gruppi piramidali

3. Gli assetti proprietari delle imprese italiane
3.1. I modelli capitalistici diffusi nel contesto internazionale
3.2. I modelli di capitalismo italiano
3.3. I caratteri strutturali delle imprese italiane e la loro evoluzione


Parte seconda – Il governo delle imprese

1. L’evoluzione del dibattito sulla corporate governance
1.1. Il problema del governo e del controllo economico dell’impresa
1.2. Gli studi sulla corporate governance
1.3. Le concezioni di corporate governance

2. Il quadro normativo di riferimento per la governance
2.1. Le aree di tematiche rilevanti per la corporate governance
2.2. Il sistema normativo di corporate governance in Italia
2.3. I codici di autodisciplina

3. Gli strumenti di governance
3.1. La composizione e il funzionamento degli organi di governo
3.2. La composizione e il funzionamento degli organi di controllo
3.3. I presidi posti a tutela della liceità e della correttezza degli atti di governo
3.4. La verifica della compliance dei processi aziendali - il ruolo dei compliance programs nel governo di impresa
3.5. Il risk management nelle attività di governo
3.6. L’internal auditing e la sua strumentalità all’esercizio della governance

4. Le correlazioni tra governance e sistema dei rischi
4.1. Modelli di misurazione del risk management
4.2. Il risk management nelle società quotate italiane
4.3. Risk management e performance aziendale: alcune evidenze empiriche
4.4. Enterprise risk management e valore di mercato delle imprese italiane
4.5. Integrated reporting e risk disclosure: evidenze del "progetto pilota" IIRC

5. La governance nelle piccole-medie imprese e nelle imprese familiari
5.1. I meccanismi di governo nelle piccole-medie imprese e nelle imprese familiari
5.2. Il ruolo della famiglia proprietaria nei processi di crescita aziendale
5.3. La gestione dei processi di successione nelle imprese familiari

6. Verso una visione integrata di corporate governance
6.1. La trasparenza nei sistemi di governance
6.2. La relazione tra compliance, conoscenza diffusa nell’organizzazione aziendale e performance nella prospettiva di una governance integrata
6.3. La relazione tra corporate governance, informativa societaria e produzione di valore.

Libri di testo

Coloro che frequentano le lezioni dell’intero corso, sono invitati – oltre che allo studio delle tematiche affrontate a lezione – a scaricare i lucidi che vengono resi disponibili sulla pagina web del corso, unitamente all’indicazione delle letture integrative che supportano i diversi punti del programma e allo studio del testo: Alessandro Lai (a cura di), Il contributo del sistema di prevenzione e gestione dei rischi alla generazione del valore d'impresa, Franco Angeli, Milano, 2013, relativamente ai capitoli: 1, 2, 3, 4, 5, 7, 8, 9

Coloro che non frequentano le lezioni sono invitati a fare riferimento a due volumi: Alessandro Zattoni, Corporate Governance, Egea, Milano, 2015 ed a Alessandro Lai (a cura di), Il contributo del sistema di prevenzione e gestione dei rischi alla generazione del valore d'impresa, Franco Angeli, Milano, 2013, relativamente ai capitoli: 1, 2, 3, 4, 5, 7, 8, 9

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Alessandro Zattoni Corporate Governance Egea 2015 9788823822016
Alessandro Lai (a cura di) Il contributo del sistema di prevenzione e gestione dei rischi alla generazione del valore d'impresa Franco Angeli 2013 9788820490034

Modalità d'esame

L'esame prevede una prova scritta, articolata su 3 quesiti con domande aperte: il primo quesito riguarda la prima parte del programma (le imprese e i loro assetti istituzionali); il secondo quesito insiste sui punti 1, 2 e 3 della seconda parte del programma; il terzo sui punti 4, 5 e 6 della seconda parte del programma. I tre quesiti pesano ciascuno il 33% ai fini del voto finale in trentesimi. In via facoltativa, lo studente che ha superato la prova scritta può chiedere un accertamento orale, che verterà sull'intero programma.
Tali modalità valgono sia per i frequentanti sia per i non frequentanti; tuttavia per i primi le domande possono indagare più a fondo le tematiche approfondite a lezione, mentre per i non frequentanti i quesiti sono prevalentemente legati a quanto lo studente è in grado di conoscere per effetto dello studio dei libri di testo.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018