Un filo rosso tra cultura organizzativa, produttività e lavoro: stress, mobbing, benessere.

Data inizio
17 ottobre 2006
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Economia Aziendale, Scienze Umane
Responsabili (o referenti locali)
Favretto Giuseppe
Parole chiave
Stress, Mobbing, Benessere, Cultura, Lavoro

Il presente percorso di ricerca dovrebbe consentire l’evidenziazione di diverse modalità di rapporti di relazione e di scambio che legano gli individui al contesto di riferimento, cioè l’azienda, garantendo premesse per una vita professionale equilibrata e positiva, connotata da clima soddisfacente e motivata che vada altresì ad arricchire il capitale sociale, attraverso la produttività dell’azienda.
In particolare si vorrebbe giungere alla comprensione del fenomeno che vede il soggetto nel suo ruolo di lavoratore in condizioni di benessere o al contrario di non benessere che si connota in certi casi in forme di mobbing esercitato a diversi livelli.

Cosa ci si attende dalla collaborazione delle aziende? Dall’imprenditoria si pensa giungano segnali di innovazione e definizioni di strategie significative che consentano un sano e ri-generante inserimento lavorativo del singolo, armonizzante rispetto al sé ed alle sfide del mondo esterno.
Cosa ci si aspetta da coloro che hanno vissuto disagi nella relazione al punto da perdere quello stato di benessere dove creatività e produttività si fondono in azioni gratificanti per il singolo e arricchenti dal punto di vista della mission aziendale? Da tale campione ci si attende una narrazione dei propri stati , delle percezioni, dei bisogni, delle emozioni e dell’agire messo in atto, della solidarietà o del non ascolto sia tra i pari che nella comunicazione verticale.
Dalle rappresentanze sindacali ci si attende un metapercorso: un pensare sul pensiero, sull’agito che conduca a riflettere sulle modalità di ascolto, di supporto di chi si è rivolto all’ente.

I risultati attesi, perciò, possono essere così elencati:
  1. raccogliere informazioni delicate, anche per il momento storico in cui stiamo vivendo, con metodi forti di una tradizione scientifica che ne ha appurato l’adeguatezza;
  2. dalle analisi delle informazioni raccolte (tramite analisi del contenuto) e dei dati (tramite l’applicazione di opportuni modelli statistici), ci si aspetta di ricavare:
    • elementi di divulgazione utili ed utilizzabili da tutti coloro che sono interessati, concretamente, al tema di cui la ricerca si occupa;
    • una metodologia di intervento e mutamento basata su rappresentazioni corrette del fenomeno;
    • protocolli di intesa tra le parti in causa (sindacati, imprenditori e lavoratori), sostenuti da questo elemento di collaborazione forte tra Università e Sindacato.

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Attività

Strutture