Economia delle aziende pubbliche (2012/2013)

Codice insegnamento
4S001037
Docente
Angela Broglia
Coordinatore
Angela Broglia
crediti
6
Settore disciplinare
SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
secondo semestre dal 18-feb-2013 al 24-mag-2013.

Orario lezioni

Obiettivi formativi

L’insegnamento, richiamando i concetti fondanti dell’Economia aziendale, è diretto a fornire le nozioni, le categorie logiche e gli strumenti applicativi necessari alla conoscenza ed alla comprensione dei fenomeni aziendali ascrivibili alla pubblica amministrazione.
Pur nella varietà delle aziende facenti parte del settore pubblico e delle loro conseguenti peculiarità, l’insegnamento intende focalizzare l’attenzione sulle caratteristiche comuni che connotano il loro dinamico svolgersi e che sono causa di alcuni “mali” tipici della pubblica amministrazione. A tal fine, l’insegnamento vuole fornire agli studenti gli strumenti cognitivi basilari per conoscere e comprendere gli assetti istituzionali e di governance, i modelli contabili, i sistemi di controllo ed i processi di rendicontazione e di comunicazione.
Inoltre, considerando le diverse chiavi interpretative – nazionali ed internazionali – della pubblica amministrazione che, in una visione evolutiva, vorrebbero transitarla dallo stato di crisi ad un articolato processo di riforma, l’insegnamento mira a sviluppare nello studente la capacità di comprendere un fenomeno in profondo cambiamento per il rafforzamento del suo ruolo in seno al sistema socio-economico ed il potenziamento della sua attitudine alla generazione di valore pubblico.
Pertanto, le modalità didattiche adottate consistono in lezioni frontali per quanto attiene alla trasmissione delle nozioni basilari, delle categorie-chiave e degli strumenti applicativi fondamentali; per quanto riguarda, invece, gli argomenti che ben si prestano al dibattito, essi sono affrontati preferendo la discussione guidata quale modalità didattica più idonea a stimolare nello studente non solo la capacità critica e di autonomo giudizio, ma anche le abilità relazionali e comunicative.

Programma

1. La definizione del campo e del metodo d’indagine
1.1. multidimensionalità delle amministrazioni pubbliche
1.2. bisogni pubblici e funzioni pubbliche
1.3. dimensione aziendale delle amministrazioni pubbliche

2. Le peculiarità gestionali delle amministraizoni pubbliche
2.1. eterogeneità dei “prodotti”
2.2. mancanza del mercato
2.3. normativa capillare
2.4. modelli di stato
2.5. processi decisionali
2.6. fonti di finanziamento
2.7. valutazione delle performance
2.8. modello organizzativo tradizionale

3. La crisi e la riforma della pubblica amministrazione
3.1. evidenza, origine e fattori della crisi
3.2. burocrazia come disfunzione del modello burocratico
3.3. New Public Management e le strategie riformiste
3.4. paradigma della Public Governance

4. L'azienda dell'amministrazione pubblica territoriale locale
4.1. mission, governance e processo decisionale
4.2. programmazione e pianificazione
4.3. funzione del bilancio
4.4. contabilità a base finanziaria: il ciclo delle entrate e delle spese
4.5. rendicontazione e comunicazione agli stakeholder
4.6. sistema dei controlli

5. Parte monografica: la valutazione delle performance universitarie
5.1. mission e funzioni-chiave
5.2. autonomia universitaria
5.3. modello di governance negli statuti novellati
5.4.didattica (percorso formativo: attori e fasi; performance didattiche; valutazione dell’offerta formativa: AVA; requisiti di accreditamento)

Riferimenti bibliografici e materiali utili, in aderenza al suddetto programma sono resi disponibili sulla piattaforma e-learning alla quale si accede con password fornita dal docente.

Modalità d'esame

Le modalità di accertamento dell’apprendimento prevedono una prova scritta che può eventualmente essere seguita ed integrata da una prova orale.
Nella prova scritta sono proposti vari quesiti sui diversi argomenti del programma, potendo consistere in domande aperte ovvero in applicazioni metodologiche e determinazioni quantitative.
La prova scritta è tesa ad accertare che lo studente:
- abbia una salda conoscenza dei tratti distintivi che connotano le aziende pubbliche, nonché degli aspetti salienti della loro dinamica gestionale;
- sappia sviluppare il tema proposto, esponendolo con un linguaggio corretto ed argomentandolo con coerenza e senso critico;
- sia in grado di applicare gli schemi logici alle diverse problematiche aziendali presentate, con particolare riferimento alla rilevazione contabile rappresentativa dei fatti gestionali;
- sia capace di interpretare il linguaggio tecnico, traducendo le risultanze numeriche in segnali e indicazioni utili al governo aziendale.
Ogni quesito ha un punteggio esplicitato nel testo della prova scritta; la somma dei punteggi è pari a 30.
La prova orale è facoltativa, su richiesta dello studente che abbia riportato nella prova scritta una valutazione almeno pari a 27/30esimi. Tale prova consiste in un colloquio teso ad accertare anche la capacità comunicativa dello studente; a tal fine si tiene conto soprattutto della:
- profondità ed estensione delle nozione apprese;
- proprietà di linguaggio nell’esposizione dei concetti e delle nozioni;
- capacità di collegare in forma sistemica le conoscenze acquisite.

Materiale didattico

Documenti