Istituzioni di diritto tributario (2014/2015)

Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)

Codice insegnamento
4S00411
Docente
Maria Grazia Ortoleva
Coordinatore
Maria Grazia Ortoleva
crediti
6
Settore disciplinare
IUS/12 - DIRITTO TRIBUTARIO
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VICENZA
Periodo
Secondo semestre dal 19-feb-2015 al 29-mag-2015.

Orario lezioni

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire agli studenti una preparazione di base sui principi costituzionali rilevanti nel sistema impositivo italiano nonché sulle principali imposte che fanno parte del nostro sistema impositivo e dei principi degli istituti fondamentali che operano all’interno di ciascuna imposta.

Programma

PROGRAMMA ANALITICO
1. I TRIBUTI E LE NORME TRIBUTARIE
IL SISTEMA TRIBUTARIO

2. LE IMPOSTE SUI REDDITI (IRPEF E IRES)
a. L’evoluzione della disciplina
b. I principi generali
c. Le categorie reddituali
d. La disciplina del reddito d’impresa
e. Il regime degli enti non commerciali e degli enti non residenti
f. I gruppi societari

3. L’IVA 1. Fisionomia dell’imposta sul valore aggiunto; 2. Il presupposto dell’iva e gli « indici » di capacità contributiva da essa colpiti; 3. L’operazione rilevante ai fini iva: le cessioni di beni; 4. Le prestazioni di servizi; 5. Il profilo soggettivo: l’esercizio di imprese o di arti e professioni; 6. Il profilo territoriale dell’operazione rilevante; 7. Il momento di effettuazione dell’operazione rilevante e l’esigibilità dell’imposta; 8. Le cessioni rilevanti « non imponibili »: a) cessioni e prestazioni verso Stati extracomunitari 9. Le importazioni; 10. Le operazioni intracomunitarie 11. Operazioni esenti 12. Base imponibile e aliquote della singola operazione tassabile con iva; 13 obbligo di fatturazione e di rivalsa, diritto alla detrazione dell’iva sugli acquisti; 14 obblighi formali preliminari all’esercizio dell’attività o relativi a singole operazioni; 15. Aspetti del meccanismo applicativo dell’iva: liquidazioni, versamenti, dichiarazioni annuali, rimborsi.

I DIRITTI E I DOVERI DEL CONTRIBUENTE

4. I DIRITTI E I DOVERI TRIBUTARI FONDAMENTALI

5. I DOVERI E I DIRITTI TRIBUTARI DI SETTORE
LIBRO DI TESTO CONSIGLIATO: PRINCIPI DI DIRITTO TRIBUTARIO, SALVATORE LA ROSA, TERZA EDIZIONE, GIAPPICHELLI, TORINO, 2009: da pag. 1 a pag. 119; da pag. 141 a pag. 175; da pag. 203 a pag. 221; da pag. 223 a pag. 238
Per approfondimenti sull'IVA:
- L’Imposta sul Valore Aggiunto sulle operazioni transnazionali, Maria Grazia Ortoleva, Quiedit, 2013

Modalità d'esame

L’esame consta di una prova scritta, consistente in un test a risposta chiusa e multipla, il cui scopo è di valutare l’apprendimento dei concetti sviluppati nel corso; il test, valutato in trentesimi, è composto da 25 domande: per ogni risposta esatta viene attribuito un punto; per ogni errore viene sottratto ¼ di punto; per ogni risposta non data non viene attribuito alcun punto. L’esame dura 40 minuti e si considera superato se si ottengono almeno 18 trentesimi. Per conseguire la sufficienza (18/30) occorre totalizzare un punteggio minimo di 15/25; coloro che conseguono un punteggio superiore a 12,50 ma inferiore a 15 devono sostenere l’esame orale al fine di conseguire almeno la sufficienza. Resta salva la possibilità per lo Studente di sostenere la prova orale al fine di migliorare il voto complessivo e la facoltà per il Docente di disporre la prova orale al fine di perfezionare la valutazione.