Didattica dell'economia aziendale - PARTE I (2014/2015)

Codice insegnamento
4S001294
Docente
Giorgio Mion
crediti
3
Settore disciplinare
SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
non ancora assegnato

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Obiettivi formativi

L’insegnamento si pone, anzitutto, l’obiettivo di consolidare le conoscenze disciplinari relative ai fondamenti dell’Economia Aziendale nel suo percorso storico-evolutivo. Inoltre, si propone di perfezionare e favorire lo sviluppo delle competenze didattiche relative ai temi disciplinari dell’Economia Aziendale.

Programma

1. L’Economia Aziendale come “scienza” e come “disciplina di insegnamento”: un quadro storico ed epistemologico di riferimento
2. L’Economia Aziendale come disciplina sociale e quantitativa
3. Dalla concettualizzazione alla rilevazione: le teorie contabili
4. L’Economia Aziendale e le principali teorie d’impresa affermate internazionalmente
5. La relazione didattica in Economia Aziendale e la sua centralità nel processo di programmazione degli interventi didattici
6. Le principali metodologie didattiche applicabili all’Economia Aziendale

L'insegnamento si avvarrà della piattaforma e-learning per mettere a disposizione degli Studenti slide ed altri materiali utili all'apprendimento.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Angela Broglia Guiggi - Corrado Corsi - Giorgio Mion Economia Aziendale Giappichelli 2009 978 88 3489681 5 Limitatamente al Capitolo Sesto
G. Mion (a cura di) Il solco culturale dell'Economia Aziendale. Riflessioni critiche ed indagine empirica sul trasferimento didattico del sapere scientifico nella formazione universitaria A. Giuffrè 2013 8814182620 Limitatamente ai capitoli 1 e 2
F. Ranalli I metodi didattici nell'insegnamento delle discipline economico-aziendali negli istituti tecnici commerciali Aracne 1992 9788879990110

Modalità d'esame

L’esame consta di una prova scritta e di una prova orale:
• la prova scritta è tesa ad accertare le competenze disciplinari del Candidato; la prova scritta è composta da domande a risposta multipla e/o domande aperte, con votazione in 30esimi; la prova scritta verrà svolta nello stesso giorno delle prove scritte degli altri insegnamenti di area disciplinare;
• la prova orale – a cui si accede riportando nella prova scritta la votazione minima di 18/30esimi – è tesa ad accertare le competenze didattiche sui temi disciplinari, nonché a discutere gli argomenti disciplinari della prova scritta rispetto ai quali il Candidato non abbia dimostrato piena padronanza.