Hub 34° - 2019/20 (2019/2020)

Course code
4S009517
Name of lecturer
Federico Brunetti
Coordinator
Federico Brunetti
Number of ECTS credits allocated
3
Academic sector
NN - -
Language of instruction
Italian
Period
secondo semestre magistrali dal Feb 24, 2020 al May 29, 2020.

Lesson timetable

Go to lesson schedule

Learning outcomes

Obiettivi e contenuti del progetto: HUB 34° è un progetto nato nell’ambito del corso di Marketing Territoriale (a.a. 2019/20) che, a partire dal tempo sospeso del Coronavirus e dalla conseguente grave crisi che ha colpito il settore del turismo, si propone di agire come incubatore di idee, laboratorio teorico-pratico per la valorizzazione dei territori italiani.
Dal punto di vista organizzativo, HUB 34° agisce all’interno del Laboratorio di Marketing Territoriale del Dipartimento di Economia Aziendale. Il metodo di lavoro consiste nel coinvolgimento attivo degli studenti che, sotto la guida di uno dei docenti di riferimento, attraverso il dialogo con il territorio ed i suoi attori elaborano idee e soluzioni rispetto ad un tema scelto come oggetto di ricerca-azione.

Periodo di svolgimento: Giugno – Dicembre 2020


Destinatari: Il progetto è dedicato agli studenti iscritti al secondo anno del Corso di Laurea Magistrale in Marketing e Comunicazione d’Impresa, curriculum Marketing Territoriale.

La partecipazione è limitata a 14 studenti.

Syllabus

In termini operativi, il progetto si scompone nei 5 sotto-progetti di seguito descritti:
A. ARS Lab – Referente prof. Daniela Cavallo
ARS Lab, un centro per l'innovazione sociale, intesa come processo volto ad individuare nuove soluzioni a bisogni collettivi attraverso il coinvolgimento attivo dei diversi attori, in grado di produrre vantaggi in termini di prodotto/servizio, di utilizzo delle risorse e di relazioni tra attori.
ARS Lab è individuato come luogo fisico (complesso dell’Arsenale) e virtuale (sito web) di incontro di esperienze e laboratorio per produrre cambiamento sociale.
I tre filoni tematici che disegnano i contenuti e le ambizioni del sottoprogetto sono:
1. Programma "Verona 2021", incentrato sulle trasformazioni (essenzialmente urbanistiche) progettate, che dovranno tracciare il senso della nuova città;
2. Agenda 2030 dovrebbe costituire il quadro di riferimento per una serie di azioni, mirate a costruire una società (soprattutto a livello urbano) più aperta, inclusiva, rispettosa del territorio e delle sue risorse;
3. Laboratorio per la sussidiarietà come incubatore di pratiche di cittadinanza attiva per la cura e la rigenerazione dei beni comuni (materiali e immateriali), centro di documentazione e di sintesi di politiche partecipative e contributive, approfondimento e sperimentazione per dare sostenibilità (giuridica ed economica) ai modelli elaborati e promuoverne scalabilità generativa (ancorata cioè ai fabbisogni, consapevolmente identificati, del territorio, più concretamente ad un luogo in cui gli attori sociali (amministrazione, stakeholder, cittadini attivi) si incontrano/confrontano per individuare bisogni, percorsi, soluzioni tendenzialmente stabili e di sistema, in grado di attuare nuovi modelli di amministrazione, fondati su un rapporto collaborativo e fiduciario, consapevole e reciprocamente responsabile.
Attività – Ricerca, raccolta di dati, somministrazione di questionari, generazione di idee, iniziative di partecipazione e co-creazione di valore per comprendere il significato delle trasformazioni e scoprirne le potenzialità sociali, culturali ed economiche; svolgimento di attività sperimentale su specifici progetti che riguardano alcuni quartieri cittadini, potendo sfruttare anche il lavoro di ricerca storico/archivistica svolto in questi anni e in buona misura già disponibile (ass. agile, urbanistica, archivio).
B. Viaggiare in Italia – Referente prof. Claudio Baccarani
Il progetto si propone di raccogliere e diffondere le ragioni per le quali è bello viaggiare in Italia nel contesto di una realtà post Covid.
Si sviluppa in cinque direttrici di ricerca riferite:
- al significato, al senso e al valore del viaggio in generale:
- al valore del viaggio in Italia dal punto di vista storico-letterario, Goethe, Hermann Hesse…… e mediatico con la raccolta dei diversi viaggi fatti in Italia con servizi di Enzo Biagi, Mario Soldati…….
- ai blocchi al viaggio nel periodo post Covid
- alla scoperta dell’unicità del viaggio in Italia
- al come comunicare perché è bello viaggiare in Italia nel 2020.
I vari temi saranno approfonditi da singoli responsabili.
Il punto finale delle proposte comunicative sarà frutto di un approfondimento collettivo tra tutti coloro che avranno lavorato ai punti precedenti.
C. RI-PROGETTAZIONE EVENTI – Referente prof.ssa Marta Ugolini
Il sotto-progetto si propone di contribuire ai processi di ri-progettazione degli eventi dal vivo in atto nel territorio nella fase 2 tramite un dossier di documentazione e di analisi di buone pratiche internazionali.
In base ai requisiti della normativa, ci si propone di raccogliere indicazioni dalla letteratura scientifica, da pratiche adottate in paesi del Sud Est Asiatico che hanno affrontato problemi di epidemie, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, dalla International Labor Organization delle Nazioni Unite o da altre fonti ufficiali in merito a:
- Organizzazione logistica dell’evento
- Requisiti delle strutture ospitanti e dei luoghi all’aperto
- Dotazione di organico
- Formazione del personale
- Modalità di prenotazione
- Modalità di promozione
- Segnaletica e comunicazione in loco
- Promozione dell’evento
- Engagement dei partecipanti, edutainment
- Minimizzazione dell’impatto ambientale
- Idee innovative per l’organizzazione di eventi
D. La valorizzazione del territorio e dei prodotti agro-alimentari a denominazione di origine nel post Covid – Referente prof. Davide Gaeta
Il progetto si propone di raccogliere dati, svolgere studi e ricerche e diffondere i risultati ottenuti in tema di effetti dell’emergenza sanitaria ed economica a seguito Covid nei prodotti agro-alimentari legati a territori di origine. Saranno approfonditi i seguenti campi di indagine: analisi delle performance aziendali in situazione di emergenza economica, della dinamica di domanda ed offerta nei mercati nazionali ed internazionali, delle strategie collettive ed aziendali da mettere in atto per la valorizzazione dei territori di origine dei prodotti, vitivinicoli e lattiero caseari, ipotizzando nuove forme di rilancio e promozione.
Si sviluppa in sei direttrici di ricerca riferite ai seguenti aspetti:
- analisi di bilancio ed indagine sugli indebitamenti delle imprese nel settore vitivinicolo italiano:
- indagine sulle reazioni delle imprese durante ed in seguito alla chiusura dei mercati dovuti al Covid e strategie di ricupero delle vendite
- effetti di distorsione della concorrenza e criteri di formazione del prezzo nei mercati monopolistici delle bevande a base alcool in Scandinavia
- analisi del mercato della frutta nel comportamento di acquisto dei consumatori in seguito al post Covid e particolare focus sul caso uva da tavola
- ricupero delle realtà fieristiche in seguito al Covid e impostazione di una fiera digitale. Il caso Forme
- Lo storytelling nel vino ed i criteri per promuovere l’accoglienza ed il territorio. Il caso delle denominazioni Valtenesi e Valpolicella
I vari temi saranno approfonditi da singoli responsabili.
Il punto finale delle proposte comunicative sarà frutto di un approfondimento collettivo tra tutti coloro che avranno lavorato ai punti precedenti.
E. Impresa & Territorio – Referente prof. Federico Brunetti
Il progetto intende approfondire la relazione che lega l’impresa al territorio e, corrispondentemente, il territorio all’impresa in un’ottica rinnovata che consenta di pervenire alla definizione di nuovi modelli di relazione.
Da un lato, infatti, l’impresa è espressione del territorio di cui fa parte, della sua identità, della sua cultura, dei suoi saperi; dall’altro, il territorio è anche la risultante delle attività imprenditoriali che sono in esse presenti.
Si tratta quindi di descrivere in modo più analitico gli elementi che transitano all’interno dello scambio tra Impresa e Territorio, di comprendere le dinamiche di questo scambio, di prospettare forme di relazione in grado di valorizzare entrambi gli interlocutori e infine di progettare contenuti e veicoli capaci di comunicare adeguatamente il contributo dei singoli interlocutori e della diade che essi formano.

Assessment methods and criteria

Modalità della prova finale: L’accertamento avverrà tramite supervisione diretta e discussione finale dei materiali elaborati durante il progetto.
Impegno orario richiesto (comprensivo di frequenza in aula, studio individuale, prova finale): 75 ore