Modelli di vitalità d’impresa

Data inizio
1 maggio 2004
Durata (mesi) 
12
Dipartimenti
Economia Aziendale
Responsabili (o referenti locali)
Giaretta Elena

La ricerca prende le mosse da una precedente indagine svolta nel biennio 2002-03 sul commitment etico delle imprese ultracentenarie italiane dalla quale era emersa una evidente relazione tra approccio etico e longevità d’impresa. Il nuovo percorso di ricerca che si intende ora intraprendere mira ad esplorare più a fondo le imprese ultracentenarie italiane per pervenire alla ricostruzione dell’identikit dell’impresa longeva e all’identificazione di possibili fattori di vitalità. In particolare, il progetto prevede di avviare lo studio con un’analisi demografica di natalità-mortalità delle imprese da cui procedere all’identificazione dei caratteri dell’impresa che muore. Successivamente, sulla base del presupposto metodologico che l’impresa sia un istituto destinato a perdurare nel tempo, ci si propone di riflettere sulle cause e gli effetti economici, culturali, sociali e relazionali della morte d’impresa, nonché sulla portata e sul significato della conseguente responsabilità che grava sull’organo imprenditoriale. Considerando il potenziale che la longevità porta con sé, l’indagine prosegue così con l’identificazione dei fattori di vitalità e dei caratteri dell’impresa longeva. Infine, dopo aver verificato l’ipotesi di lavoro che le imprese longeve siano per la maggior parte di piccole dimensioni e a controllo proprietario, la piccola impresa familiare viene posta a confronto con la grande impresa capitalistica per coglierne rispettivamente problematiche ed opportunità e per avviare una discussione sulle possibilità di riproduzione del sistema familiare nell’impresa capitalistica anche sulla base dei possibili scenari che si profilano tra rafforzamento del sistema familiare e radicamento dei processi di finanziarizzazione imprenditoriale. Dal punto di vista metodologico, la ricerca si svilupperà secondo il seguente percorso: - ricerca bibliografica e costruzione del quadro teorico di riferimento relativamente ai filoni della longevità e vitalità d’impresa, della responsabilità sociale, delle teorie dei modelli ecologici e delle imprese familiari; - aggiornamento del data-base delle imprese ultracentenarie italiane; - raccolta degli elenchi statunitensi e mondiali delle imprese familiari più antiche; - avvio di contatti con associazioni ed organismi che raccolgono imprese familiari ed imprese ultracentenarie; - analisi dei dati di natalità e mortalità delle imprese; - interviste in profondità rivolte a manager ed imprenditori. Volendo riassumere in sintesi le finalità del progetto di ricerca, esso si propone di riflettere sulla vitalità e la conseguente longevità dell’impresa per identificarne caratteri, fattori generatori e modelli di corporate governance. In quest’ambito, si propone di raggiungere i seguenti obiettivi: - ricostruzione dell’identikit dell’impresa che muore e di quella longeva, - identificazione dei fattori di vitalità, - costruzione di un modello per misurare il potenziale di vitalità, - proposizione di un modello di corporate governance per l’impresa vitale.

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Claudio Baccarani
Roberto Banzato
Paola Bertani
Federico Brunetti
Professore ordinario
Elena Giaretta
Professore ordinario
Alessandra Longo
Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Gestione dei servizi
Service management - Service management

Attività

Strutture