Comunicazione aziendale

L’area di ricerca Comunicazione aziendale indaga la gestione della comunicazione applicando un approccio integrato che comprende varie aree di comunicazione, in particolare l’identità aziendale, il branding, la comunicazione di marketing, le pubbliche relazioni e la comunicazione interna. Questa area di ricerca affronta gli effetti delle attività di comunicazione delle organizzazioni sui suoi stakeholder, la loro influenza sulle organizzazioni stesse, nonché la loro interazione. Si ricorre principalmente a metodi di ricerca qualitativi come sondaggi e content analysis.
Federico Brunetti
Professore ordinario
Competenze
Argomento Persone Descrizione ISI-CRUI
Corporate communication - Corporate communication aderente allo standard  Scimago
Brand e branding Federico Brunetti
Individuazione di appropriate condizioni di efficacia delle politiche di branding da parte delle imprese. Studio degli effetti della componente umana dell’impresa (imprenditore, manager e addetti) sulla brand equity. Studio degli effetti del passaggio del tempo sulla percezione del brand da parte di successive generazioni di consumatori. Studio della percezione dei celebrity brand (sportivi, cinematografici, musicali).
Comunicazione e diversity management Paola Castellani
Studio delle modalità con cui le imprese comunicano e valorizzano le loro politiche di diversity management per migliorare le relazioni con i clienti rispondendo in modo adeguato alle loro aspettative diversificate e per promuovere l’interazione tra i collaboratori, supportando così la creatività/innovazione all’interno dei gruppi di lavoro e le prospettive/conoscenze con cui approcciare un problema. Uso dei metodi qualitativi (focus group e interviste)
Gestione degli eventi sostenibili Paola Castellani
Ideazione e progettazione degli eventi. La gestione degli eventi sotto il profilo organizzativo, comunicativo, dell’accoglienza, della partecipazione e della cura dell’esperienza, della formazione del team e della leadership. Lo studio del processo di sostenibilità di un evento e della comunicazione degli eventi sostenibili. L’analisi dell’impatto degli eventi. Lo studio dell’evento come esperienza di dialogo con gli stakeholder e gli effetti prodotti. Lo studio degli eventi come buona pratica per la salvaguardia del patrimonio culturale materiale e immateriale. Uso dei metodi qualitativi (focus group e interviste).
La comunicazione dei musei e archivi d’impresa Paola Castellani
Studio dei musei e degli archivi di impresa come strumento di comunicazione e di valorizzazione di un patrimonio culturale, come strumento di comunicazione di tipo corporate, di prodotti, della cultura d’impresa, del ruolo svolto con gli attori pubblici e privati del territorio. Approfondimento di casi studio per l’analisi delle strategie perseguite in riferimento alla rappresentazione della corporate identity, del miglioramento del posizionamento aziendale, dello sviluppo della brand loyalty, dell’accrescimento della brand e corporate reputation, del consolidamento e diffusione della cultura di impresa, del rafforzamento della coesione organizzativa.
Reputation management Paola Castellani
Studio delle funzioni della reputazione aziendale, come costruire e governare la reputazione, come la comunicazione sviluppa la reputazione, analisi delle potenzialità delle diverse leve comunicative, quali strategie le imprese adottano per sostenere la propria reputazione, anche per difendersi dalla diffusione di false informazioni da parte dei media. Analisi di casi studio e sviluppo di ricerche empiriche basate su metodi qualitatitivi quali focus group, survey e interviste.
Storytelling e transmedia storytelling Paola Castellani
Lo studio dello storytelling e del transmedia storytelling come strategia comunicativa, come strumento di coinvolgimento dell’audience e come efficace soluzione di co-creazione. Sviluppo di studi empirici per approfondire l’analisi delle esigenze della nuova audience e delle determinanti a fondamento di un progetto di comunicazione transmediale, poiché tale comunicazione si rivela in grado di coinvolgere l’audience in un processo che genera valore in quanto lega il pubblico alla storia inducendolo ad instaurare una self-brand connection. Uso dei metodi qualitatitivi (focus group, survey e interviste).
Top management communication and people engagement Paola Castellani
Studio dei fattori che possono influenzare la qualità della comunicazione del top management con riferimento a fattori di natura organizzativo-relazionale, evidenziando la relazione di causalità circolare tra la qualità del flusso di informazioni e il benessere organizzativo. Dal punto di vista della comunicazione interna, il miglioramento della qualità della comunicazione del top management produce benefici non solo in termini di capacità decisionale, ma anche di clima organizzativo. Inoltre produce benefici in termini di vantaggi competitivi per un'azienda. Uso di metodi qualitativi (focus group, sondaggi e interviste).
Progetti
Titolo Responsabili Fonte finanziamento Data inizio Durata (mesi) 
Erogazione di servizi complessi: coordinamento e gestione della relazione con il cliente Claudio Baccarani 01/07/05 24