Aree

Comunicazione aziendale
Corporate communication
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Comunicazione aziendale indaga la gestione della comunicazione applicando un approccio integrato che comprende varie aree di comunicazione, in particolare l’identità aziendale, il branding, la comunicazione di marketing, le pubbliche relazioni e la comunicazione interna. Questa area di ricerca affronta gli effetti delle attività di comunicazione delle organizzazioni sui suoi stakeholder, la loro influenza sulle organizzazioni stesse, nonché la loro interazione. Si ricorre principalmente a metodi di ricerca qualitativi come sondaggi e content analysis.


Contabiità
Accounting
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Accounting tratta i temi del render conto che riguardano sia le modalità di rendicontazione tradizionale sia i più moderni sistemi di rendicontazione sociale e integrata. Si analizzano strumenti di accounting e accountability quali i sistemi di rilevazione della performance economico-finanziarie e sociali, i report di sostenibilità e il report integrato, considerando varie tipologie di aziende for profit, non profit e ibride. Si considerano i fattori che portano allo sviluppo di forme di rendicontazione volontaria, la qualità dell’informativa proposta dalle imprese, le modalità di diffusione e le principali implicazioni a livello organizzativo e manageriale. Si osservano inoltre le forme di educazione all’accounting, valutando le migliori modalità di apprendimento e l’inclusione di temi quali quelli della responsabilità sociale d’impresa e dell’etica aziendale. Si utilizzano metodologie di ricerca che abbracciano sia metodi quantitativi, che qualitativi nella raccolta dei dati.


Economia agraria e delle risorse
Agricultural and resource economics
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Agricoltura e risorse economiche si interessa dell’attività scientifica e didattico-formativa nel campo degli aspetti economici, politici, gestionali ed estimativi della produzione, trasformazione, distribuzione, mercato e consumo dei prodotti del settore primario (agricoltura, selvicoltura e pesca), dell’economia agroalimentare e delle agro-biotecnologie, ai loro rapporti con le altre componenti del sistema socioeconomico e ambientale, alle problematiche dell’assistenza tecnica. L’area di ricerca si occupa inoltre degli aspetti economici della valutazione di impatto ambientale, dello sviluppo socio-economico dei territori rurali, delle dinamiche legate all’interazione tra città e campagna ed alla relativa pianificazione, dei processi di innovazione su scala territoriale.


Finanza aziendale
Corporate finance
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Finanza aziendale tratta tematiche concernenti le decisioni delle imprese che presentano implicazioni di carattere finanziario, le operazioni di ristrutturazione aziendale e i criteri di valutazione delle imprese e di singoli assets. In particolare, sono oggetto di approfondimento i seguenti temi: la struttura finanziaria delle imprese, gli strumenti innovativi di finanziamento, con focus sul crowdfunding e sulle sue tipologie equity e civic, la politica dei dividendi, il private equity, le reti d’impresa e le loro performance finanziarie, le crisi aziendali e i processi di ristrutturazione, la valutazione di imprese non finanziarie, banche, società di gestione del risparmio e imprese di investimento, la stima del valore di beni intangibili, e le operazioni straordinarie d’impresa.


Gestione degli intermediari finanziari
Management of financial institutions
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Gestione degli intermediari finanziari approfondisce i modelli di comportamento strategico, gestionale, organizzativo e operativo delle banche e degli altri intermediari finanziari. Sono trattati in particolare i seguenti argomenti: le strategie, la gestione del capitale e le performance delle banche, la digitalizzazione dei processi e dei prodotti bancari, la vigilanza delle banche, gli schemi di protezione dei depositanti, le crisi bancarie, l’impatto della MiFid 2 sulle banche e sulle reti, l’efficienza e le economie di scala degli intermediari finanziari, tra cui in particolare le imprese di assicurazione.


Gestione dei servizi
Service management
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Gestione dei servizi studia gli aspetti strategici ed operativi relativi alla progettazione e all’erogazione dei servizi, diventati un fattore critico di successo per tutte le imprese produttrici di beni e di servizi che operano in contesti ipercompetitivi. Gli studi si soffermano in particolare sui modelli per la qualità e per la soddisfazione del cliente. Ampia attività di ricerca viene condotta soprattutto, anche se non esclusivamente, nei settori del turismo, dell’hospitality, del retail, dei servizi sanitari e dei servizi pubblici. Si utilizzano metodi di ricerca sia qualitativi, per esempio con raccolta dati tramite interviste in profondità e focus group, che quantitativi, per esempio con raccolta dati tramite questionario.


Gestione dei sistemi informativi aziendali
Management information systems
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Management Information Systems fa riferimento all'insieme delle infrastrutture, delle procedure organizzative e delle risorse umane finalizzate alla gestione delle informazioni prodotte, utilizzate e condivise da un'azienda durante l'esecuzione dei processi aziendali. In altre parole, si valuta l’impatto delle ICT sui Business Models ed in generale sulla struttura organizzativa. Nello specifico rientrano in questa area: la gestione dei processi (Business Process Management, la valutazione dell’impatto degli ERP (Enterprise Resource Planning), il Knowledge management, la Business Intelligence, i Big Data, e-commerce/e-marketplace, la gestione dei contenuti aziendali (Enterprise Content Management), Digital Business, etc.


Gestione delle performance aziendali
Performance management
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Gestione delle performance aziendali comprende lo studio dei fattori che influenzano la performance economico-finanziaria di varie tipologie di organizzazioni fra cui le imprese for profit, le public utilities, le aziende sanitarie e le università. Si affrontano le determinanti che possono incidere sulla performance aziendale quali il sistema di governance (pubblica e privata), il livello di internazionalizzazione dell’attività, l’innovazione aziendale, le forme di collaborazione, l’implementazione di prassi sostenibili e il controllo strategico. Rientra in questo ambito anche l’analisi dei costi e dell’efficacia dei modelli organizzativi innovativi, comparati a quelli tradizionali. Le analisi in merito considerano inoltre i sistemi di misurazione volti a pianificare, rendicontare e monitorare il livello delle performance e l’influenza di diversi fattori sulle stesse. Tali sistemi contabili sono studiati evidenziando punti di forza e di debolezza nel rappresentare le performance aziendali e nell’essere valido strumento di supporto per le scelte aziendali.


Gestione dell'innovazione
Innovation management
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Gestione dell'innovazione studia i percorsi innovativi delle imprese, con particolare attenzione all’innovazione di prodotto, di processo e organizzativa, ma anche con riferimento alle forme meno “visibili” di innovazione, tipiche dell’impresa minore. Inoltre, indaga le imprese innovative, gli attori strategici dei processi di trasferimento tecnologico e gli approcci all’innovazione nelle piccole imprese, prestando particolare attenzione alle nuove forme emergenti di innovazione tra le quali l’innovazione sociale e l’innovazione frugale. Si ricorre principalmente a metodi di ricerca qualitativi, quali interviste, focus group e analisi di case study.


Gestione del rischio
Risk management
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Gestione del rischio studia la gestione dei rischi sotto il profilo della gestione dei processi aziendali, della corporate governance, dell’accounting e delle supply chain che coinvolgono più imprese. In particolare, in termini di gestione dei processi aziendali, si sviluppano modelli e tecniche di risk assessment (identificazione, analisi e valutazione del rischio) nonché le strategie di trattamento del rischio (controllo fisico e finanziario) al fine di garantire la gestione efficiente ed efficace dei processi aziendali minimizzando il Total Cost of Risk. In termini di corporate governance e accounting, si esaminano i meccanismi di gestione dei rischi nelle attività di governo, l'implementazione di modelli di enterprise risk management, nonché gli effetti del risk management sulle performance d'impresa e sulla qualità dell’informativa economico-finanziaria e non. Dal punto di vista della supply chain, si analizzano gli approcci di risk assessment e risk mitigation lungo la supply chain, la resilienza e la business continuity nella supply chain e la gestione dei rischi emergenti e particolarmente critici nei network di imprese (business interruption, cyber risk, reputational risk, commodity price risk). Di fondo, si utilizzano metodi di ricerca qualitativi e si effettuano analisi empiriche quantitative basate su dati sia primari sia secondari.


Gestione del turismo
Tourism management
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Gestione del turismo studia la domanda espressa dai turisti e le strategie attraverso le quali essa viene soddisfatta dall’offerta, sia a livello della destinazione turistica che delle singole imprese di servizi turistici. Con riferimento alla domanda, gli studi approfondiscono i bisogni, le motivazioni, i comportamenti, le percezioni e la soddisfazione dei turisti. Con riferimento all’offerta, l’attività di ricerca esamina la pianificazione strategica e la gestione delle destinazioni turistiche (sulla base delle attese degli stakeholder coinvolti quali: attori istituzionali, operatori economici, residenti e turisti), nonché le scelte gestionali e di marketing delle imprese della filiera turistica. Si utilizzano metodi di ricerca sia qualitativi, per esempio con raccolta dati tramite interviste in profondità e focus group, che quantitativi, per esempio con raccolta dati tramite questionario.


Governance aziendale e strategia
Corporate governance and strategy
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Governance aziendale e strategia mira ad analizzare le tendenze in essere relative alla direzione e la definizione delle strategie aziendali in ambito di differenti contesti, quali quelli della singola impresa o di una moltitudine di organizzazioni. L’ambito di ricerca abbraccia il tema dei controlli interni ed esterni considerando il livello di compliace a determinati provvedimenti normativi, quali il D.lgs 231/2001. Si analizzano fenomeni di aggregazione, quali le reti d’impresa, considerando i fattori che rendono efficace la strategia collaborativa e i vantaggi a favore delle imprese che collaborano al network. Nelle singole realtà sono analizzati particolari modelli di impresa al fine di individuare i fattori di successo derivanti da determinati forme di governance (e.g., cooperative) e sistemi di valori d’impresa. Seppur l’area spazi su tutte le tipologie di organizzazioni, una particolare attenzione è dedicata alle piccole medie imprese maggiormente legate al contesto territoriale di riferimento.


Health care management
Health care management
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Health Care Management si occupa dello studio delle competenze specifiche per gestire al meglio i cambiamenti organizzativi e le policy nei sistemi sanitari complessi sia a livello globale (Servizio Sanitario Nazionale e Servizio Sanitario Regionale) che a livello locale (ospedali, distretti, ULSS, etc.) per consentire il perseguimento delle opportunità professionali in molti settori della sanità pubblica e privata. Nell’area si analizzano anche gli impatti che le tecnologie hanno sulla governance e in generale sulla struttura organizzativa, nonché la gestione dei processi organizzativi per il miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza del sistema.


Imprenditorialità
Entrepreneurship
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Imprenditorialità studia le questioni relative all’imprenditorialità competitiva in un mondo in continuo cambiamento, nonché esamina i legami intercorrenti tra imprenditorialità e territorio. Tra i temi di ricerca principalmente esaminati rientrano i seguenti: i modelli di entrepreneurial learning e l’efficacia dei sistemi peer to peer, i processi decisionali aziendali nelle PMI, i processi di apprendimento dell’imprenditore, i valori fondanti l’imprenditorialità competitiva, il territorio come risorsa generante imprenditorialità, l’imprenditorialità nelle imprese storiche, la diffusione di imprenditorialità sociale nelle imprese for profit, la valutazione della vitalità aziendale delle imprese ultracentenarie, le barriere che frenano l’imprenditorialità nelle PMI, le competenze e le dinamiche imprenditoriali, le PMI e la gestione delle imprese familiari, e le start up e gli ecosistemi imprenditoriali locali per lo sviluppo di nuova imprenditorialità. Si ricorre principalmente all’impiego di metodi qualitativi quali focus group e interviste, nonché esame di casi aziendali. Si ricorre anche in alcuni studi a un approccio multidisciplinare, basato sulla combinazione di pensiero manageriale con, in alcuni casi, pensiero urbanistico-architettonico e, in altri casi, con le discipline socio-psicologiche.


Logistica e gestione della supply chain
Logistics and supply chain management
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Logistica e gestione della supply chain comprende i seguenti topic: supply chain management e logistica, gestione della relazione cliente-fornitore in ambito business-to-business, supply chain risk management, procurement e volatilità dei prezzi delle materie prime, gestione dei resi (reverse logistics), sostenibilità della supply chain ed economia circolare, ruolo dello shopper nella supply chain, digitalizzazione dei processi e Industry 4.0, outsourcing logistico e servizio al cliente, rapporti tra marketing e logistica, supply chain marketing, urban logistics e gestione dell’ultimo miglio.


Marketing
Marketing
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Marketing studia le relazioni tra l’impresa e i clienti sia nei mercati business-to-consumer che in quelli business-to-business. Gli studi si soffermano sia sul cliente, del quale vengono esaminati bisogni, aspettative, soddisfazione e fedeltà, sia sulle strategie e attività di marketing dell’impresa finalizzate a conoscere, segmentare, coinvolgere e soddisfare il cliente. Specifiche attività di ricerca teorica ed empirica vengono condotte sulla gestione della marca, sulla corporate identity e reputation, sulla comunicazione e sugli eventi, toccando anche aspetti di sostenibilità. Si analizza altresì l’impiego dei social media e degli altri strumenti di marketing digitale, anche in relazione al loro impatto sociale, e si affronta il tema dell’omnicanalità, indagando il comportamento del consumatore all’interno dei canali di marketing online e offline. L’attività di ricerca di marketing si espande inoltre allo studio dei mercati internazionali. Specifica attività di ricerca è dedicata allo studio delle strategie di marketing e comunicazione delle imprese agro-alimentari e vitivinicole. Si utilizzano metodi di ricerca sia qualitativi, per esempio con raccolta dati tramite interviste in profondità e focus group, che quantitativi, per esempio con raccolta dati tramite questionario, nonché sperimentali.


Mercati finanziari
Financial markets
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Mercati finanziari riguarda il funzionamento dei mercati azionari, l’innovazione degli strumenti finanziari, le attività di consulenza alle scelte di investimento della clientela e le applicazioni delle tecnologie digitali ai mercati finanziari. Tra i temi di ricerca si individuano i seguenti: l’evoluzione e le performance dei mercati azionari, i covered bonds, le competenze e le conoscenze dei consulenti in materia di investimenti e l’innovazione tecnologica in ambito finanziario (FinTech).


Responsabilità sociale d'impresa ed etica aziendale
CSR, sustainability and business ethics
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Responsabilità sociale d'impresa ed etica aziendale è multidisciplinare in quanto abbraccia una molteplicità di ambiti di studio quali accounting, accountability, agribusiness, management, marketing e organizzazione. Di fondo, gli studi condotti sono focalizzati sul creare e massimizzare valore nel medio lungo termine in ambito economico, ambientale e socio-culturale per rispondere alle sfide competitive che sono chiamate a rispondere le imprese del settore pubblico e privato, for profit e non profit, industriali e di servizi, di piccola, media o grande dimensione, operanti nell’ambiente attuale. Diversi metodi di ricerca sono utilizzati, tra cui quelli qualitativi come interviste, focus group e case studies, e quelli quantitativi come survey sul campo, condotte attraverso la somministrazione di questionari e conseguente elaborazione tramite software statistici.


Storia della ragioneria
Accounting history
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Storia della ragionera considera le forme di accounting e accountability in ambito storico, affrontando le relazioni fra il sistema contabile sviluppatosi in una data epoca e il relativo contesto sociale, economico e politico, i portatori di interesse e la governance. Tali relazioni sono lette utilizzando chiavi di lettura differenti e nella moderna prospettiva del New Accounting History. L’area di ricerca si basa sullo sviluppo di modelli interpretativi e di analisi con valenza multidisciplinare, che portino a leggere fenomeni storici in chiave attuale. L’analisi storica considera varie tipologie di aziende (e.g. organizzazioni religiose, laiche) e un vasto numero di strumenti di rendicontazione quotidiana e periodica, come pure quella economico-sociale. Elementi caratterizzanti i sistemi di contabilità in epoche storiche differenti sono considerati per differenti epoche, in termini di principali caratteristiche, scopi, modalità di rendicontazione, diffusione e controllo interno ed esterno.


Studi organizzativi
Organizational studies
aderente allo standard  Scimago
L’area di ricerca Studi organizzativi affronta le problematiche di progettazione, implementazione e conduzione delle strutture e dei sistemi operativi connessi ai comportamenti delle persone nell’organizzazione (Organizational Behavior) di aziende di qualunque tipo (profit, non profit, industria, servizi, professioni) che operano sotto il vincolo di efficienza e di efficacia. Gli studi concernono le forme e i meccanismi organizzativi che realizzano a livello strutturale il coordinamento tra unità specializzate; la traduzione organizzativa delle strategie e la gestione del cambiamento organizzativo (Change Management); l’organizzazione del lavoro e dei processi operativi per la produzione di beni e servizi; i ruoli e compiti degli individui e dei gruppi di lavoro; l’organizzazione dei sistemi informativi (Management Information Systems), il loro impatto sui comportamenti individuali e di gruppo e sulle relazioni tra unità organizzative interne ed esterne; la gestione delle risorse umane (Human Resource Management) e sistemi di incentivazione e controllo; l’evoluzione delle forme, delle popolazioni organizzative e degli strumenti teorici elaborati per spiegarne e prevederne comportamenti e prestazioni.


Attività

Strutture