Marketing

L’area di ricerca Marketing studia le relazioni tra l’impresa e i clienti sia nei mercati business-to-consumer che in quelli business-to-business. Gli studi si soffermano sia sul cliente, del quale vengono esaminati bisogni, aspettative, soddisfazione e fedeltà, sia sulle strategie e attività di marketing dell’impresa finalizzate a conoscere, segmentare, coinvolgere e soddisfare il cliente. Specifiche attività di ricerca teorica ed empirica vengono condotte sulla gestione della marca, sulla corporate identity e reputation, sulla comunicazione e sugli eventi, toccando anche aspetti di sostenibilità. Si analizza altresì l’impiego dei social media e degli altri strumenti di marketing digitale, anche in relazione al loro impatto sociale, e si affronta il tema dell’omnicanalità, indagando il comportamento del consumatore all’interno dei canali di marketing online e offline. L’attività di ricerca di marketing si espande inoltre allo studio dei mercati internazionali. Specifica attività di ricerca è dedicata allo studio delle strategie di marketing e comunicazione delle imprese agro-alimentari e vitivinicole. Si utilizzano metodi di ricerca sia qualitativi, per esempio con raccolta dati tramite interviste in profondità e focus group, che quantitativi, per esempio con raccolta dati tramite questionario, nonché sperimentali.
Claudia Bazzani
Ricercatore a tempo determinato
Diego Begalli
Professore ordinario
Federico Brunetti
Professore ordinario
Roberta Capitello
Professore associato
Fabio Cassia
Professore associato
Ilenia Confente
Ricercatore a tempo determinato
Barbara Gaudenzi
Professore associato
Ivan Russo
Professore associato
Paola Signori
Professore associato
Marta Maria Ugolini
Professore ordinario
Vania Vigolo
Ricercatore
Competenze
Argomento Persone Descrizione
Marketing - Marketing aderente allo standard  Scimago
Analisi di congruenza nella corporate identity Paola Signori
Definizione di modelli di valutazione di congruenza nelle diverse dimensioni della Corporate Identity, con applicazioni del metodo di analisi del quadrato semiotico. Proposizione di tecniche di valutazione interna di deviazioni dal livello ottimale di congruenza. Sperimentazione del modello in diversi casi aziendali.
Branding Marta Maria Ugolini
Studio sulle strategie di branding adottate dalle imprese sia nei contesti business-to-consumer (B2C) che in quelli business-to-business (B2B) e sulla loro efficacia. Focus specifico sul service branding, sulla strategia di component branding e sugli impatti delle crisi di prodotto sul brand. Analisi del legame tra percezioni relative al brand e fedeltà da parte del cliente. Impiego di vari metodi sia quantitativi che qualitativi.
Business-to-business branding Fabio Cassia
Studio dell’estendibilità dei principi di branding dai mercati business-to-consumer (B2C) a quelli business-to-business (B2B) e identificazione di alcune possibili strategie di branding per le imprese operanti nei mercati business-to-business (ad esempio, la strategia di component branding). Analisi dei diversi impatti che le componenti service-related e goods-related della brand image esercitano sulla fedeltà del cliente industriale. Impiego di metodi sia qualitativi che quantitativi.
Business to business marketing Ivan Russo
Analisi del valore in ambito business-to-business, ponendo l’attenzione sulla percezione del valore da parte degli intermediari che si interpongono tra produttore e cliente industriale. Attenzione è riservata alla comprensione del grado di “servitization” da parte di imprese appartenenti al comparto manifatturiero, nonché alla comprensione dei meccanismi di soddisfazione, fedeltà e passaparola nei rapporti tra clienti e fornitori.
Comportamento del consumatore di prodotti alimentari e vitivinicoli Claudia Bazzani
Profilo del consumatore; comportamento di scelta del consumatore per prodotti alimentari e vitivinicoli; preferenze e disponibilità a pagare dei consumatori per caratteristiche di prodotto (e.g. qualità, metodi di produzione sostenibili, tecniche di produzione e trasformazione); effetto delle qualità sensoriali dei prodotti vitivinicoli sulle scelte del consumatore; effetto di determinanti cognitive e percettive sulle scelte dei consumatori di prodotti alimentari e vitivinicoli.
Country-of-origin effect e mercati internazionali Vania Vigolo
Analisi delle percezioni dei prodotti e dei brand made in Italy sui mercati internazionali. Studio dell’impatto del country-of-origin effect sul comportamento d’acquisto dei consumatori e sviluppo di strategie competitive differenziate a seconda dei mercati internazionali.
Customer education Federico Brunetti
La customer education come nuova componente dell’offerta dell’impresa ai consumatori. La customer education come antecedente della soddisfazione del cliente. Analisi applicativa della customer education nel settore della musica operistica. Applicazione della customer education in settori ad elevata intensità di conoscenza.
Economia circolare e percezione di valore del consumatore Ilenia Confente
Ivan Russo
Analisi della percezione del consumatore di una nuova categoria di prodotti, denominata “bio based”, generati da una plastica riciclata in un’ottica di circular economy. Studio della propensione all’acquisto, al cambiamento verso questo tipo di prodotti attraverso un disegno sperimentale.
International marketing Fabio Cassia
Studio delle strategie di marketing internazionale dell’impresa. Analisi delle decisioni sia strategiche sia operative relative a: modalità e tempistiche di ingresso nei mercati esteri; costruzione delle reti di distribuzione-vendita; prodotto; prezzo; comunicazione; aspetti cross-culturali. Focus specifico sui mercati emergenti.
Managing global supply chain sustainability Ivan Russo
Individuazione delle barriere e dei drivers alla sostenibilità in contesti di global sourcing con particolare attenzione al ruolo dell'impatto della cultura organizzativa dell'impresa focus (produttore) sui fornitori internazionali (e viceversa). Il progetto di ricerca vede coinvolte imprese internazionali in Europa e negli Stati Uniti.
Marketing agro-alimentare e vitivinicolo Claudia Bazzani
Diego Begalli
Roberta Capitello
Strategie delle imprese vitivinicole; ruolo delle indicazioni geografiche nei mercati emergenti; segmentazione dei consumatori nei mercati alimentari e vitivinicoli; strategie di marketing delle imprese alimentari e vitivinicole; strategie di marketing agro-alimentare in paesi emergenti; strategie di comunicazione nelle imprese agro-alimentari; marketing e comunicazione digitale nelle imprese alimentari e vitivinicole; metodi di ricerca qualitativa; metodi di ricerca quantitativa; metodi sperimentali; strategie di comunicazione e divulgazione; strategie di branding; sostenibilità nel marketing alimentare e vitivinicolo.
Marketing B2B, customer value optimization, logistics service Barbara Gaudenzi
Gestione delle relazioni lungo la supply chain, in ottica B2B, con particolare riferimento alla analisi e pianificazione dei modelli di relazione e collaborazione tra imprese del network. Misurazione e pianificazione dei livelli di servizio al cliente, con particolare riferimento ai driver della customer value proposition, cost of ownership e logistics service quality.
Marketing B2B e customer satisfaction Barbara Gaudenzi
Analisi e implementazione di modelli di misurazione della customer satisfaction e customer loyalty nelle relazioni business to business tra imprese, con particolare riferimento alla segmentazione dei clienti, alla customer service strategy e alla definizione dei livelli di servizio attesi e percepiti.
Marketing digitale Ilenia Confente
Analisi della relazione esistente tra le caratteristiche dell’esperienza di acquisto del consumatore e la volontà di diffusione del word of mouth, nonché dell’impatto che il word of mouth ha sull’intenzione di acquisto, in particolare il focus è posto sul passaparola elettronico esplorato in diversi contesti (turismo, logistica e customer service). Tale studio viene effettuato attraverso raccolta dati tramite questionario e analisi dati attraverso modelli di regressione.
Marketing digitale e impatto sociale Paola Signori
Questo argomento di ricerca sul marketing digitale sostenibile pone al centro la valutazione di nuove tendenze e modelli innovativi di interazione online che siano orientati verso obiettivi di impatto sociale. Il centro di osservazione non è più solo il consumatore ma l’intero ecosistema, ovvero si studia l’insieme delle interazioni digitali tra diversi stakeholders di un territorio (aziende, dipendenti, università, consumatori, associazioni, comunità). Esperimenti, data mining e analisi dei big data secondo definiti algoritmi, possono evidenziare i valori e i progetti ritenuti importanti in ogni comunità, nonché significati e prospettive che muovono i singoli utenti alla collaborazione attiva.
Relationship marketing nei networks Paola Signori
Il marketing relazionale nei network, con approccio business-to-business, è approfondito in tre filoni: lo studio delle diverse architetture assumibili dai brand di network; le configurazioni di network, locali e globali, tipiche delle PMI italiane; le motivazioni e i modelli per cui le aziende collaborano in sistemi organizzati per obiettivi di successo collettivi e individuali.
Social media Federico Brunetti
Analisi degli effetti della presenza da parte dei brand sui social media - in termini di risparmio, riconoscimento, social interaction, divertimento e scoperta offerti ai consumatori - sull’intenzione di acquisto e sul passaparola nei confronti di altri consumatori.
Social media marketing Ilenia Confente
Analisi della percezione dei benefici, in particolare quelli relazionali, derivanti dalla partecipazione alle brand fan page dei vari social media e all’impatto che hanno sul valore attribuito dagli utilizzatori ad un determinato brand e alla creazione della customer loyalty. Tale studio viene effettuato attraverso raccolta dati tramite questionario e analisi dati attraverso modelli di equazione strutturale.
Strategia di omnicanalità e retailing Ilenia Confente
Ivan Russo
Analisi del comportamento del consumatore all’interno dei canali online e offline in ottica di marketing e supply chain management. Comprensione dell’effetto della politica di reso sull’intenzione di acquisto, adottando la signaling theory. Studio del disegno sperimentale e dell’analisi degli effetti di mediazione e moderazione di alcune variabili tramite il software PROCESS.
Strategie di branding Vania Vigolo
Studio delle strategie di branding sia in ambito business-to-consumer che business-to-business. Applicazione dei modelli di brand identity, brand image e self-congruity. Analisi della reputazione aziendale con il supporto di diverse metodologie qualitative (interviste in profondità, focus group) e quantitative (indagini con questionario strutturato).
Gruppi di ricerca
Nome Descrizione URL
Brand Management Il gruppo di ricerca Brand Management si propone di analizzare i meccanismi di creazione della brand equity e della brand loyalty attraverso lo studio delle relazioni tra quest’ultime e i relativi antecedenti
Catena del valore e sostenibilità nei sistemi agroalimentari e vitivinicoli Il gruppo di ricerca è attivo nei temi attinenti l’area di ricerca “Agricultural and Resource Economics”.
Confartigianato: profilo e bisogni di servizi degli associati Il gruppo di ricerca si propone di indagare le caratteristiche e problematiche del management delle associazioni di categoria e la necessità di impiegare strumenti manageriali per migliorare la qualità dei servizi erogati dalle associazioni di categoria ai propri associati.
Customer experience nei servizi Il gruppo di ricerca si propone di indagare come le imprese di servizi, tra cui in particolare quelle operanti nei settori del retail e dell’hospitality, cerchino di migliorare la customer experience
DMO - Pianificazione strategica nelle località turistiche Il gruppo di ricerca “DMO - Pianificazione strategica nelle località turistiche” si propone di contribuire alla pianificazione strategica e la gestione delle destinazioni turistiche, con particolare riferimento alla città di Verona
Impresa 4.0 e digital transformation per le MPMI di Verona Il gruppo di ricerca nasce in connessione al progetto congiunto Università di Verona - Camera di Commercio I.A.A. di Verona dal titolo “Impresa 4.0 e digital transformation per le MPMI di Verona” con il fine di apportare le proprie competenze in ambito organizzativo, aziendale, di gestione dei processi produttivi e logistici, nonché di marketing online.
La gestione nella supply chain nella prospettiva dell’economia circolare Il gruppo di ricerca si occupa di esplorare, studiare e analizzare come la gestione strategica e operativa della supply chain può essere compatibile e ripensata in un’ottica del raggiungimento di obiettivi legati all’economia circolare.
Modelli di business nell’era digitale Il gruppo di ricerca Modelli di business nell’era digitale si propone di esplorare, studiare e analizzare dal punto di vista dell’impresa e del management i fenomeni legati alla digitalizzazione.
Percorsi di innovazione aziendale Il gruppo di ricerca si propone di approfondire il fenomeno dell’innovazione aziendale nelle sue molteplici manifestazioni al fine di comprendere meglio la natura e la complessità delle sfide manageriali e organizzative che devono affrontare le imprese che desiderano competere in termini di innovazione.
Qualità del servizio, brand equity e reputazione dei gestori idrici Questo gruppo di ricerca si propone di misurare la qualità del servizio erogato, la brand equity e la reputazione dei gestori idrici a partire dalle percezioni di diversi stakeholder (es. cittadini, imprese, amministrazioni pubbliche).
Tocatì - impatto economico degli eventi culturali Il gruppo di ricerca “Tocatì - impatto economico degli eventi culturali” si propone di valutare l’impatto economico diretto netto del Tocatì - Festival Internazionale dei Giochi in Strada sulla città di Verona, sviluppando al contempo un metodo replicabile per stimare gli impatti degli eventi culturali

Attività

Strutture