Studi organizzativi

L’area di ricerca Studi organizzativi affronta le problematiche di progettazione, implementazione e conduzione delle strutture e dei sistemi operativi connessi ai comportamenti delle persone nell’organizzazione (Organizational Behavior) di aziende di qualunque tipo (profit, non profit, industria, servizi, professioni) che operano sotto il vincolo di efficienza e di efficacia. Gli studi concernono le forme e i meccanismi organizzativi che realizzano a livello strutturale il coordinamento tra unità specializzate; la traduzione organizzativa delle strategie e la gestione del cambiamento organizzativo (Change Management); l’organizzazione del lavoro e dei processi operativi per la produzione di beni e servizi; i ruoli e compiti degli individui e dei gruppi di lavoro; l’organizzazione dei sistemi informativi (Management Information Systems), il loro impatto sui comportamenti individuali e di gruppo e sulle relazioni tra unità organizzative interne ed esterne; la gestione delle risorse umane (Human Resource Management) e sistemi di incentivazione e controllo; l’evoluzione delle forme, delle popolazioni organizzative e degli strumenti teorici elaborati per spiegarne e prevederne comportamenti e prestazioni.
Serena Cubico
Ricercatore
Giuseppe Favretto
Professore ordinario
Lapo Mola
Ricercatore
Cecilia Rossignoli
Professore ordinario
Alessandro Zardini
Ricercatore a tempo determinato
Competenze
Argomento Persone Descrizione ISI-CRUI
Organizational studies - Organizational studies aderente allo standard  Scimago
Benessere organizzativo e risorse umane Giuseppe Favretto
Approfondimento degli stili di management adeguati a progettare sistemi di organizzazione del lavoro in grado di operare con efficacia e nel rispetto del benessere (organizational well-being and ergonomics) anche nella convivenza con i nuovi strumenti tecnologici (artificial intelligent and robot) e in presenza di sistemi informatizzati di valutazione dinamica delle risorse umane.
Comportamento organizzativo Serena Cubico
Studio dei comportamenti organizzativi, dei sistemi locali di imprese e del management nelle piccole e medie imprese (organizational behavior; PMI; distretti). Analisi condotte attraverso metodi qualitativi e quantitativi e sviluppati in termini di trasversalità e interdisciplinarietà.
Comportamento organizzativo ed economia comportamentale Giuseppe Favretto
Studio dei comportamenti organizzativi con approfondimenti sui più recenti approcci al tema delle decisioni. Le ricerche sono realizzate attraverso metodi qualitativi e quantitativi e sviluppati in termini di trasversalità e interdisciplinarietà.
Gestione delle risorse umane Serena Cubico
Approfondimento degli stili di management e degli strumenti che permettono di valutare e sviluppare prestazioni e comportamenti del personale nelle imprese e di progettare sistemi di organizzazione del lavoro in grado di operare con efficacia e nel rispetto del benessere (organizational well-being).
Impatto delle tecnologie sull’organizzazione e lo sviluppo delle capacità organizzative Lapo Mola
Sviluppo delle tematiche relative alla teoria istituzionale nei processi di diffusione e implementazione delle tecnologie dell’informazione. Analisi dello sviluppo delle capabilities organizzative in grado di consentire alle aziende di cogliere le sfide legate alla digitalizzazione dei servizi, prodotti e processi di business.
Nuovi modelli di business e costi di coordinamento Cecilia Rossignoli
Analisi delle tematiche relative ai nuovi modelli di business ed in particolare alle reti d’impresa, nonché analisi e gestione dei costi di coordinamento e di transazione. Sviluppo di nuove forme organizzative derivanti dalle tecnologie.
Nuovi modelli di business e processi aziendali Alessandro Zardini
Analisi dei nuovi modelli di business e, in particolare, delle reti d’impresa, nonché lo sviluppo delle organizzazioni attraverso la gestione per processi. Analisi del ruolo strategico del Chief Information Officer (CIO) nelle strutture organizzative e il relativo impatto sulle performance aziendali. Uso di metodologie quantitative e qualitative (fsQCA).