Gli assetti proprietari delle banche quotate

Data inizio
1 novembre 2005
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Economia Aziendale
Responsabili (o referenti locali)
Bottiglia Roberto

Gli sviluppi derivanti dal processo di graduale integrazione del mercato creditizio e finanziario europeo, unitamente alle implicazioni del rapido processo di globalizzazione sviluppatosi nei mercati finanziari, hanno evidenziato la forte criticità della stabilità degli assetti proprietari delle società quotate; ciò assume valenza ulteriormente critica nel settore dell'intermediazione finanziaria, a causa del ruolo peculiare e delicato svolto dalle banche nella struttura del sistema economico, nonchè delle dimensioni delle aziende coinvolte e delle implicazioni in termini di tutela dei depositanti e del pubblico risparmio. Ulteriore elemento di interesse è poi costituito dall'emergere di processi di concentrazione a livello sovranazionale, da cui risultano soggetti di grandissime dimensioni e che richiedono, di conseguenza, la precisa definizione degli assetti di controllo e di governance. Alla luce di tutto ciò assume rilievo critico l'analisi della situazione attuale presente nei principali sistemi bancari europei. La ricerca si propone pertanto di fare innanzi tutto il punto sugli assetti attuali dei maggiori gruppi creditizi dei principali Paesi dell'Ue, mirando anche a verificare la possibilità di definire ed individuare una tipologia di modelli, sia in relazione agli assetti stessi, sia alle principali implicazioni in termini di governance. L'analisi è circoscritta alla banche quotate nei mercati finanziari, in relazione sia alla evidente preponderanza di questa categoria di istituzioni, sia alle implicazioni che derivano dallo status di società quotata in termini di stabilità degli assetti proprietari e di contendibilità del controllo.

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Roberto Bottiglia
Professore ordinario

Attività

Strutture